Torta salata senza glutine con broccoli, ceci e champignon

Ingredienti

Per la base:
200 gr di farina di miglio integrale
200 gr di farina di amaranto
350 ml di acqua
4 cucchiai di olio di semi
2 cucchiai di cuticole di psillio (si trova in erboristeria)
sale
Per il ripieno:
200 ml di acqua
100 gr di farina di ceci
sale
funghi champignon oppure altri tipi di funghi
aglio
cavolo
broccoli

Torta salata senza glutine con broccoli, ceci e champignon

Una golosa torta salata con un ripieno dal sapore autunnale.. anche senza glutine!

  • 50 min
  • Media

Ingredienti

  • Per la base:

  • Per il ripieno:

Procedimento

1
Fatto

Per la base ho unito prima le due farine, poi aggiunto l’olio e il sale. A parte ho messo ammollo 10 minuti lo psillio nell’acqua. Trascorsi i 10 minuti ho amalgamato gli ingredienti secchi e quelli umidi e formato un impasto. Lo psillio è un potente sostituto delle uova, quindi l’impasto, nonostante sia senza glutine, risulta facilmente lavorabile. Ho steso una sfoglia spessa circa 1 cm, che ho sistemato nella teglia. Ho utilizzato una teglia antiaderente e non è servito ungerla né aggiungere carta da forno. La torta, una volta intiepidita, si è staccata perfettamente, come avete visto nel video. Con l’impasto avanzato ho formato delle foglioline decorative, che ho messo da parte.

2
Fatto

Per il ripieno, ho mescolato la farina di ceci all’acqua, e aggiunto il sale, poi ho messo da parte la pastella così ottenuta (è lo stesso impasto della farinata, o cecina). Questa pastella dà corpo al ripieno, tenendolo insieme e rendendolo più soffice e gustoso. Ho sistemato funghi, aglio tagliato fine, broccoli, cavolfiore sulla base. Ho aggiunto la pastella. Ho aggiunto le foglioline di impasto ai bordi.

Ho infornato a 200 °C per 45 minuti.

3
Fatto

Ho aspettato che intiepidisse prima di servire. Le fettine risultano perfettamente definite, l’impasto non si sbriciola, pur risultando friabile. La pastella con la cottura si compatta, creando un effetto simile alle uova.

Lucia Valentina Nonna

Scrittrice, blogger e cuoca

Guarda tutte le sue ricette

Vivo a Genova con il mio compagno, tre gatti e un cane di nome Medora. Circa 5 anni fa nasceva il mio blog, labalenavolante.com, con l'intento di condividere la mia passione per i libri di cucina (ovviamente vegan!) e le mie ricette del cuore, quelle che mi piace preparare per gli amici, nella vita di ogni giorno o per qualche occasione speciale. Il mio percorso di consapevolezza rispetto alla scelta vegan ha avuto inizio nel 2000, quando ero poco più che adolescente. Inizialmente la mia scelta è stata dettata da ragioni etiche, andando poi con gli anni ad abbracciare anche altri aspetti, legati alla salute mia e del Pianeta. Quando ho iniziato questo percorso, ancora si parlava poco di scelta vegan, almeno in Italia. Amici e parenti erano piuttosto scettici, ma col tempo, coinvolgendoli in questo cammino attraverso il dialogo e il confronto pacifico, molti si sono convinti a cambiare, ciascuno con i propri tempi, come mia mamma, diventata vegana a 63 anni, il mio compagno, cresciuto nella convinzione che mangiare carne fosse indispensabile e diventato vegano tre anni fa, e tanti altri. Di questo percorso ho parlato in un libro, Diario di una famiglia vegan, edito da Anima e uscito nelle librerie a luglio 2015.