Taralli napoletani all’olio d’oliva

Ingredienti

500 gr di farina di farro
250 gr di acqua
180 gr di mandorle tritate, per l'impasto
90 mandorle per la decorazione
150 gr di olio extravergine di oliva
150 gr di pasta madre oppure lievitino con 3g di lievito di birra secco
14 gr di sale
5 gr di pepe

Taralli napoletani all’olio d’oliva

Un prodotto da forno tipico della cucina napoletana. I taralli accompagnati da una birra fresca sono l'aperitivo perfetto!

  • 1h 30 min + lievitazione
  • Porzioni 30
  • Media

Ingredienti

Procedimento

1
Fatto

Se vogliamo preparare i taralli Napoletani con lievito madre, rinfreschiamolo e attendiamone il raddoppio.
Altrimenti, se vogliamo utilizzare il lievito di birra, facciamo un poolish con 3 g di lievito di birra secco, 70 g di acqua e 70 g di farina. Mescoliamo per bene e facciamo raddoppiare.

2
Fatto

Una volta pronto, sciogliamo il lievito nell'acqua. Setacciamo all'interno la farina, uniamo 180 g di mandorle precedentemente ridotte in farina e aggiungiamo piano piano l'olio.
Quando sarà assorbito aggiungiamo pepe macinato e per ultimo il sale.
Ribaltiamo l'impasto dei taralli napoletani sul piano di lavoro, con le mani formiamo una palla e poniamo a lievitare fino quasi al raddoppio, per 3 ore circa, coperto.

3
Fatto

Terminato il tempo di lievitazione, sgonfiamo leggermente l'impasto e dividiamolo in tante palline da 50 g.
Lasciamo distendere la maglia glutinica per 20 Minuti.
A questo punto ricaviamo, stirandoli con le mani, dei salsicciotti, uniamo un estremità e intrecciamole tra loro.
Accavalliamo le estremità finali e creiamo la tipica coroncina del tarallo. Ora bagniamo leggermente le mandorle e le disponiamo nelle scanalature.

4
Fatto

Disponiamo su teglia coperta con carta forno e facciamo lievitare ancora per 40 Minuti circa.
Nel frattempo preriscaldiamo il forno, statico, a 230° e una volta raggiunta la temperatura, cuociamo i nostri taralli per 30 Minuti.
Sforniamo, facciamo raffreddare completamente su una gratella per tutta la notte, o almeno 4 ore.

5
Fatto

Poi biscottiamo i taralli napoletani a 160° in modalità ventilato e sforniamoli quando saranno belli dorati, asciutti e croccanti. (Impiegheranno circa 15 minuti).
Si conservano friabili per diverso tempo (anche 1 mese) in una scatola di latta.

Francesca Militello

Appassionata di cucina e ideatrice del blog Pasticciando con la Franca

Guarda tutte le sue ricette

Francesca Militello è appassionata di cucina da sempre: una passione che le hanno trasmesso le sue due nonne: una Ligure e una Siciliana. Lei infatti, definisce la sua cucina come un perfetta armonia di sapori mediterranei, vivi, genuini ed autentici! Dal 2016 decide di cambiare alimentazione e di conseguenza rivoluzionare completamente la sua visone del mondo, degli animali e del pianeta. Segue corsi di panificazione moderna e pasticceria vegan, per poi nel 2018, aprire il suo Blog dove condividere tutto ciò che fino ad allora aveva imparato sulla cucina e in particolare sull’arte bianca. Tramite Il suo Blog Pasticciando con la Franca e i social, sogna di ispirare il più possibile le persone orientandole alla scelta veg. A tale proposito tiene corsi di Cucina Vegana e panificazione in provincia di Torino, crea contenuti per le aziende e le riviste di food. Il suo più grande sogno nel cassetto è scrivere un libro pieno di ricette sorprendenti… ancora inedite!