Polpette della nonna

Ingredienti

Un barattolo di ceci
Una manciata abbondante di prezzemolo
65 g di noci
3 prese di sale
6 spolverate di pepe
9 spolverate di aglio in polvere
Un cucchiaino e mezzo di vino rosso
scorza di limone di uno spicchio
Un pizzico di brodo vegetale in polvere
Un cucchiaino abbondante di concentrato di pomodoro
22 grattate di noce moscata
Un cucchiaio e mezzo farina 0 abbondante

Polpette della nonna

Caratteristiche:
  • Ricette vegan senza glutine
  • Ricette vegan senza soia

Un secondo piatto vegetale che segue la tradizione con protagonisti i ceci e con un sugo che vi farà volare!

  • 40 minuti
  • Facile

Ingredienti

Procedimento

1
Fatto

Prepara le polpette

Scola i ceci e sciacquali brevemente. Asciugali mettendoli in un piatto e passandoci sopra o un panno pulito o carta da cucina.

2
Fatto

Trita nel mixer prima il prezzemolo da solo. Poi aggiungi pochi ceci. Trita brevemente e versa tutto in una terrina. Trita poi altri ceci. Sempre pochi alla volta e per pochi istanti. L’obiettivo fondamentale di questa preparazione è che la consistenza rimanga granulosa (alcuni ceci si possono tritare di più e altri di meno).

3
Fatto

Trita nel mixer le noci: 40 g tritate più finemente e 25 g tritate più grossolanamente. Aggiungile in una terrina.
Condisci il tutto con sale, pepe, aglio, vino, scorza di limone, concentrato, noce moscata, brodo in polvere.

4
Fatto

Aggiungi la farina. Mescola e compatta brevemente con le mani per formare le polpette, ungile da entrambi i lati e cuocile in friggitrice ad aria per 13 minuti a 180 gradi. Oppure in forno ventilato per 20/25 minuti.

5
Fatto

Prepara il sugo

Per il sugo fai un soffritto con olio, mezza cipolla, sale, concentrato di pomodoro. Aggiungi poi mezza bottiglia di passata. La bottiglia sarà da sciacquare poi con poca acqua che andrà aggiunta in padella. Condisci con sale e basilico e una punta di bicarbonato o zucchero per togliere acidità.

6
Fatto

Lascia cuocere almeno una ventina di minuti. Quando le polpette e il sugo saranno tiepidi, unisci il tutto in padella a fuoco spento e senza coperchio. L’ideale è prepararle almeno 30/60 min prima di mangiarle (ma anche la sera prima), in questo modo si insaporiranno.
Per riscaldarle: in microonde o con una breve ripassata in padella. Ottime anche sugli spaghetti!

Mary di Vegoloso

Attivista per gli animali, appassionata di cucina vegetale

Guarda tutte le sue ricette

Ciao, sono Maria Francesca, per gli amici Mary. Su Instagram mi chiamo Vegoloso perché il mio obiettivo è quello di prendere tutti per la gola e dimostrare che il cibo vegetale sa essere davvero tanto godereccio. Si può godere a tavola, infatti, senza far del male a nessun animale. Sono umbra, vivo in Lombardia e nella vita suono e insegno il clarinetto nella scuola media. Mi occupo anche di fare attivismo per gli animali, sotto diverse forme e con diverse organizzazioni. Ho sempre adorato cucinare. Io ero quella bambina che stava sotto al tavolo con gli occhi attenti a quello che vi succedeva sopra, cercando di carpire i segreti delle nonne, mentre preparavano le varie pietanze. Spero di riuscire a trasmettervi tutto il mio amore per il cibo, che per me deve essere anzitutto goduria e coccola, sia per sé che per gli altri. E il fatto di essere diventata vegana non ha scalfito minimamente tutto ciò. L’essere diventata vegana ha anzi aggiunto una missione importante alla mia cucina. Quella di mostrare quanto sia facile e bello lasciare la sofferenza fuori dai nostri piatti.