Polpette di avena e fagiolini mungo

Ingredienti

100 g di avena integrale
200 g di fagioli mungo
1 foglia di alloro
1 pezzetto di alga kombu
1 manciata di fiocchi di avena
1 cucchiaino di timo
1 cucchiaino di maggiorana
1 scalogno
sale
pepe
1 cucchiaino di olio extravergine di oliva

Polpette di avena e fagiolini mungo

Squisite polpettine con fagioli mungo, di origine indiana. Da tuffare nella mayo o nella tua salsa preferita

  • 40 minuti + ammollo
  • Porzioni 4
  • Facile

Ingredienti

Procedimento

Metti ammollo la sera prima i fagioli mungo in modo da ammorbidirli. In un’altro contenitore metti a bagno anche l’avena integrale.

1
Fatto

Scola e cuoci in pentola a pressione i fagioli per 20 minuti con un pezzetto di alga kombu e una foglia di alloro, poi cuoci – sempre in pentola a pressione – anche l'avena integrale per 30 minuti.

2
Fatto

Una volta pronti i fagioli e l'avena frullali con un mixer aggiungendo le erbe tritate, sale, pepe, anche spezie se ti piacciono. Dai un colpetto di frullatore ad immersione tanto per amalgamare e se l’impasto è morbido aggiungi dei fiocchi di avena precedentemente tritati, assaggia e regola di sapore.

3
Fatto

Componi le polpette, passale nel trito di fiocchi di avena, così in cottura si formerà la crosticina. A questo punto se hai tempo puoi passarle al forno trenta minuti a 180 gradi, oppure si possono cuocere in padella con scalogno tritato e un filo d'olio, tenendole cinque minuti per parte.
Tampona eventuale unto d’olio e servi subito accompagnate con un’insalata mista e una salsa.

Daniela Timo e lenticchie

Appassionata di cucina naturale e di fotografia

Guarda tutte le sue ricette

Daniela Boscariolo di Vicenza, piacere di conoscervi! La mia passione e la curiosità per tutto quel che ha a che fare con l’alimentazione sana risale a tanti tanti anni fa. Curiosa di saperne sempre di più, ho frequentato corsi di macrobiotica e cucina naturale vegetale. La mia alimentazione si è trasformata pian pianino negli anni ma quel che mi stava donando in energia e gioia, sentivo che dovevo condividerlo concretizzandolo nel mio blog Timo e lenticchie. Cosa porto in tavola? Cibi integrali, semplici e sani. Una cucina essenzialmente glocal dove mescolo ingredienti di eccellenze del territorio con sapori nuovi dal mondo. Preparo piatti pieni di colore, gioia e gratitudine, composti principalmente di verdura, frutta, legumi, cereali integrali, germogli, semi oleaginosi. L‘alchimia vincente sta nel mescolare il tutto con le eccellenze del territorio. Tornare a mangiare come i nostri nonni, riscoprire la biodiversità perché è il nostro futuro. Appassionata di fotografia da sempre, è ancora più appagante per me poter far conoscere agli altri quanti spunti può offrirci la natura. Giocare con i colori degli ortaggi nelle mie ricette e presentarle se posso come “quadri” è una delle mie passioni più care. Il mio motto: Mangiare verde non vuol dire mangiare triste, vuol dire riempirsi di energia e felicità.