Pizza Raw

Ingredienti

Per la base raw:
250 gr di semi di lino messi nell'acqua dalla notte prima
1 tazza di mandorle pelate e messe nell'acqua la notte prima
1 mazzo di erba cipollina
10 pomodori secchi
1 manciata di olive verdi
Per il condimento:
3 pomodori maturi
3/4 funghi champignon
½ cipollotto
Qualche foglia di basilico
1 cucchiaio di erbe aromatiche
½ cucchiaino di aglio in polvere
5 anacardi
olio extravergine di oliva
sale

Pizza Raw

Per gli amanti del crudismo o semplicemente per chi ha voglia di una pizza diversa dal solito. Provatela e non potrete più farne a meno!

  • 20 minuti + ammollo ed essiccazione
  • Media

Ingredienti

  • Per la base raw:

  • Per il condimento:

Procedimento

1
Fatto

Per la base:

Nel mixer, frullate le mandorle e poi aggiungete i semi di lino ammollati e frullare nuovamente.
Aggiungete i pomodori essiccati tagliati fini, fini, l’erba cipollina affettata e le olive verdi preparate a rondelle. Frullate ancora per qualche attimo, ma non troppo: non vogliamo ridurre tutto in poltiglia, ma solo amalgamare meglio i sapori.
Assaggiare e aggiustare di condimento secondo il proprio gusto.

2
Fatto

Ora spalmate l’impasto su ogni ripiano dell’essiccatore, già ricoperto di carta da forno, stendendolo sottile. Con queste dosi, riempirete i sei ripiani del vostro elettrodomestico. Accendete l’essiccatore a meno di 40 gradi e fatelo andare per 24 ore ca.
Se invece non avete l’essiccatore, distribuite i cracker spalmati su carta da forno, su ripiani esposti alla luce diretta del sole oppure d’inverno, sui termosifoni di casa vostra.

3
Fatto

Per il condimento:

Prendete due pomodori e mezzo e frullateli; metteteli a colare per una decina di minuti su un colino. Bevete il succo e trasferite in un piatto il sugo rimasto nel colino: condite con olio, sale, erbe aromatiche, aglio essiccato in polvere.

4
Fatto

Tagliate gli champignon, il mezzo pomodoro rimasto ed il cipollotto a fettine sottili.
Condite la base della pizza con il sugo fresco, i funghi, le fette di pomodoro, il cipollotto, gli anacardi, le foglie di basilico e qualche fettina di caciotta di mandorle raw. Se gradito, fare anche un giro d’olio e di sale. Lasciare riposare per dieci minuti. E gustare!!!

Ravanello Curioso

Foodblogger e cuoca di cucina naturale

Guarda tutte le sue ricette

Cuoca di cucina naturale, diplomata alla Sana Gola di Milano, nei fine settimana lavora in ristoranti milanesi e per cene benefit a difesa dei diritti degli animali. Nel 2015 ha coordinato la cucina del MiVeg, Festival Vegan all'Idroscalo. E' stata assistente in cucina presso Cascina Rosa dell'Istituto dei Tumori di Milano, sotto la guida di Franco Berrino. Da tre anni gestisce l'omonimo blog di cucina "Ravanello Curioso" dove ha pubblicato raccolte di ricette scaricabili gratuitamente. Amministra, insieme ad un effervescente gruppo di mamme, il gruppo Facebook Genitori Veg nazionale e quello locale Genitori Veg a Milano e Monza Brianza. Ha coordinato con altre tre spaziali blogger, il progetto di educazione alimentare Salutiamoci, Mangiar bene per stare bene. Nella vita di tutti i giorni è psicologa e mamma di una splendida liceale vegan.