Mele stregate caramellate

Ingredienti

5 meline piccole e sode
225 gr di zucchero di canna
110 ml di acqua
1 cucchiaino aceto di mele
2 cucchiai sciroppo d'acero o succo d'agave
25 gr di burro di soia

Mele stregate caramellate

Caratteristiche:
  • Ricette vegan senza glutine

Un peccato di gola che prima di tutto ti incanti allo sguardo? Eccolo qua! Un incantesimo di zucchero, un luccichìo rosso e il gioco è fatto!

  • 25 min
  • Porzioni 5
  • Facile

Ingredienti

Procedimento

Procurati 5 stecchetti da cake pops oppure semplici stecchini in legno da spiedino.

1
Fatto

Lasciate sciogliere in un pentolino dai bordi molto alti lo zucchero nell’acqua e solo dopo aggiungete aceto di mele, sciroppo d’acero e burro.
Lasciate quindi sobbollire senza mai mescolare a fiamma bassa per circa 15 minuti, o almeno finchè il composto non risulterà bello vischioso: se immergendovi un cucchiaino ed estraendolo, il composto vi resterà attaccato facendo un po’ di resistenza a scendere, allora sarà pronto.

2
Fatto

Mentre lo sciroppo cuoce, lavate bene le meline, asciugatele e infilzatele dalla parte del picciolo - che avrete preventivamente tolto - con gli stecchini da cake pops.
Preparatevi già una gratella con sotto un piatto, dove posizionare le vostre candy apples da far freddare e solidificare, spegnete il fuoco e infine rotolate le mele nel caramello bollente il più velocemente possibile, perchè quest’ultimo solidifica molto rapidamente.
Si può ovviare all’inconveniente riscaldandolo nuovamente, ma perchè crearsi problemi inutili se si può giocare d’anticipo?

3
Fatto

Consiglio:

Colate lo sciroppo avanzato negli stampini da cioccolatini o da ghiaccio e createvi le vostre caramelle homemade, vedrete che soddisfaziooooooone!

Daniela Asprone

Direttrice creativa, web content editor, content manager, social media manager e food stylist del sito: "Blushurseeds"

Guarda tutte le sue ricette

Architetto e Home Stager: professione perfetta per un’organizzatrice seriale di spazi e idee. Tanto precisa e razionale sul lavoro, quanto entusiasta nella vita. Amo il buon cibo, la condivisione e la bellezza in tutte le sue forme. Affascinata da decrescita e consumo critico, autoproduzione, ecologia e DIY. Sono appassionata di alimentazione, intesa come prevenzione contro le malattie del nostro secolo e come strumento potentissimo di scelta a nostra disposizione, e di cucina naturale vegan, macrobiotica, intuitiva. Figlia di chef, sono cresciuta in una famiglia con tradizioni contadine, apprezzando i ritmi della Natura e cercando di carpire i suoi segreti per poi trasportarli in cucina, in modo da nutrire l’anima e il corpo delle persone per cui stavo cucinando. Appassionata di viaggi e culture gastronomiche, credo profondamente che il cibo sia un modo per conoscere storie, tradizioni, luoghi, uomini e paesaggi. Mi diletto nei panni di chef a domicilio non professionale, oltre che di foodblogger. Sono stata la direttrice creativa, web content editor, content manager, social media manager e food stylist di alcuni blog di discreto successo.