Insalata russa vegan

Ingredienti

150 gr di carote
150 gr di patate
100 gr di sedano rapa
150 gr di barbabietola già cotta
120 gr di piselli surgelati
120 gr di cetriolini in agrodolce
2 cucchiai di capperi sotto aceto
Per la maionese:
100 ml di latte di soia al naturale
300 ml di olio di semi di girasole
qualche goccia di succo di limone
1 pizzico di sale

Insalata russa vegan

Caratteristiche:
  • Ricette veg economiche
  • Ricette vegan senza glutine

Un classico adatto per ogni occasione. Questa versione vegetale è acora più buona e leggera

  • 25 min
  • Porzioni 6
  • Facile

Ingredienti

  • Per la maionese:

Procedimento

1
Fatto

Lessate i piselli al dente. Pelate le carote, le patate e il sedano rapa e tagliate il tutto a cubetti di 1 cm per lato. Cuocetele a vapore oppure lessatele al dente, una verdura per tipo, in modo da rispettare i tempi di cottura di ognuna.

2
Fatto

Nel frattempo pelate la barbabietola cotta e tagliate anch'essa a cubetti. Sciacquate cetriolini e capperi e tagliate i cetriolini a dadini. Riunite tutte le verdure in una terrina capiente.

3
Fatto

Per la maionese:

frullate il latte di soia con un pizzico di sale e qualche goccia di succo di limone. Mentre il frullatore è in azione, aggiungete a filo l’olio di semi. Regolate di sale.

4
Fatto

Quando le verdure sono fredde, aggiungete la maionese secondo il vostro gusto.

Betti Taglietti

Dottoressa in biologia della nutrizione e tecniche erboristiche e foodblogger.

Guarda tutte le sue ricette

Sono Dottoressa in Biologia della Nutrizione e Tecniche Erboristiche, mi occupo di didattica e ho una lunga storia d’amore con i fornelli alle spalle. Ho scelto di essere vegan nel 2009, per cercare di inquinare il meno possibile e risparmiare acqua e combustibili fossili. Nel corso degli anni mi sono accorta di quanto stessi meglio e di quanta sofferenza avessi evitato a migliaia di animali. In tutti questi anni, ho cucinato per centinaia e centinaia di persone, prima come volontaria nella cucina di diverse feste estive e poi con catering, corsi di cucina, workshop e showcooking. Mi divido tra il lavoro con Essere Animali, dove mi occupo delle campagne di food policy, e i corsi di cucina vegan e naturale, sia molto generale che molto specifica. Saltuariamente collaboro anche con le scuole in qualità di educatrice ambientale, per insegnare educazione alimentare, e con gli orti botanici milanesi, ai quali sono molto legata. In primavera, aiuto a fare chiarezza tra le erbacce, insegnando come riconoscere le più comuni erbe selvatiche lombarde.