Insalata di patate fresca estiva

Ingredienti

3 patate
1 barattolino di mais
1 barattolo di fagioli rossi
2 pezzetti di cipolla
3 cucchiai di olive taggiasche
1 cetriolo
6 cucchiaini di maionese vegetale
2 cucchiaini di senape
prezzemolo
olio extravergine di oliva
aceto
sale

Insalata di patate fresca estiva

Una soluzione facile, golosa e fresca per gustare le patate anche d'estate

  • 15 minuti
  • Porzioni 3
  • Facile

Ingredienti

Procedimento

1
Fatto

Cuoci le patate al microonde

Lava bene le patate, bucherellale su tutta la superficie con una forchetta e mettile in microonde alla massima potenza (nel mio caso 750 w) per 9/11 minuti. Il tempo dipende da quante patate metterai e da quanto sono grandi. Per una sola patata sono sufficienti 6 minuti. L'importante è fare la prova con la forchetta, la patata dovrà essere morbida.

2
Fatto

Prepara l'insalata

Nel frattempo grattugia il cetriolo e mescolalo con maionese, un pezzetto di cipolla tritata e senape. Quando le patate saranno cotte, sbucciale aiutandoti con una forchetta. Per non scottarsi è sufficiente bagnarsi le mani e aspettare 2 minuti.

3
Fatto

Taglia le patate a cubetti e inizia ad aggiungere gli altri ingredienti, cioè mais, fagioli, condimento a base di cetriolo, olive taggiasche, sale, pepe, prezzemolo, aceto e olio. Puoi aggiungere anche un pezzetto extra di cipolla se ti piace. Mescola, assaggia e aggiusta di sale e aceto. Questa insalata è perfetta per l'estate, anche per pranzi fuori e pic nic.

Mary di Vegoloso

Attivista per gli animali, appassionata di cucina vegetale

Guarda tutte le sue ricette

Ciao, sono Maria Francesca, per gli amici Mary. Su Instagram mi chiamo Vegoloso perché il mio obiettivo è quello di prendere tutti per la gola e dimostrare che il cibo vegetale sa essere davvero tanto godereccio. Si può godere a tavola, infatti, senza far del male a nessun animale. Sono umbra, vivo in Lombardia e nella vita suono e insegno il clarinetto nella scuola media. Mi occupo anche di fare attivismo per gli animali, sotto diverse forme e con diverse organizzazioni. Ho sempre adorato cucinare. Io ero quella bambina che stava sotto al tavolo con gli occhi attenti a quello che vi succedeva sopra, cercando di carpire i segreti delle nonne, mentre preparavano le varie pietanze. Spero di riuscire a trasmettervi tutto il mio amore per il cibo, che per me deve essere anzitutto goduria e coccola, sia per sé che per gli altri. E il fatto di essere diventata vegana non ha scalfito minimamente tutto ciò. L’essere diventata vegana ha anzi aggiunto una missione importante alla mia cucina. Quella di mostrare quanto sia facile e bello lasciare la sofferenza fuori dai nostri piatti.

Iscriviti a Veganuary!
A gennaio prova un mese vegan ISCRIVITI

ISCRIVITI
Chiudi