Gnocchi di patate dolci all’orientale

Ingredienti

Per gli gnocchi
300 g di batate
150 g di farina 0 o di riso
Un cucchiaio di olio extravergine di oliva
Un pizzico di noce moscata
Per la salsa
Una lattina di latte di cocco Lattina, non brick!
Un cucchiaio di curry
Un cucchiaino di curcuma
sale
pistacchi Tritati per decorare

Gnocchi di patate dolci all’orientale

Un piatto di gnocchi che unisce la tradizione italiana con gusti e sapori orientali

  • 30 minuti
  • Porzioni 2
  • Facile

Ingredienti

  • Per gli gnocchi

  • Per la salsa

Procedimento

1
Fatto

Lava bene le patate dolci e cuocile in abbondante acqua salata, toccale con una forchetta per sentire quando sono pronte. 

Una volta cotte schiacciale nello schiaccia patate e lasciale raffreddare.

2
Fatto

Unisci un pizzico di sale, l’olio, la noce moscata e la farina poco alla volta.
Potrebbe servirti meno o più farina, dipende sempre da come sono le patate.
L’importante è arrivare ad avere un impasto morbido, liscio e non appiccicoso.


3
Fatto

Infarina bene il piano da lavoro e forma dei “vermi” di impasto da cui ricavare gli gnocchi, tagliando dei tocchetti di circa 1 cm.

4
Fatto

Scuoti bene la latta di latte di cocco, e rovesciala in una padella, unisci il cucchiaio di curry, il cucchiaino di curcuma e aggiusta di sale.
Fai cuocere la salsa a fuoco medio per circa 10/15 minuti, fino a che non si sarà ridotta e si sarà creata una crema. Regola la cremosità a tuo piacimento!

5
Fatto

Cuoci gli gnocchi in abbondante acqua salata, fino a che non verranno a galla (circa 1\2 minuti) ed uniscili alla salsa, completa il piatto con qualche pistacchio tritato! Se reperibili, qualche foglia di curry fresca per aromatizzare l’acqua degli gnocchi (opzionale).

Veganpala

Guarda tutte le sue ricette

Sono Alessia, sono italiana ma dal 2018 vivo a Barcellona, ed è proprio qui che mi sono avvicinata alla cucina e allo stile di vita vegano. Mi ero iscritta ad una scuola di cucina professionale e ricordo il giorno in cui abbiamo fatto la lezione sul foie gras: sconvolta, appena tornata a casa, ho deciso di eliminare la carne dalla mia dieta, e piano piano tutti i derivati animali. Nel corso degli anni ho lavorato come cuoca e come chef in diversi ristoranti, ma nel 2021 ho deciso di abbandonare la cucina per intraprendere altre strade. Nonostante questo, la passione per la cucina non è sparita, così come la voglia di avvicinare sempre più persone alla cucina vegetale. Proprio per questo, a gennaio 2023 durante il Veganuary, ho deciso di trasformare il mio profilo personale nel mio nuovo progetto: con Veganpala cerco di mostrare quanto la cucina vegana sia facile, divertente e ricca di gusto, e di quanto sia bello poter sperimentare con i vegetali!