Crumble Cake ai lamponi

Ingredienti

150 g di fiocchi di avena
100 g di farina 2
50 + 40 g di zucchero di cocco oppure di canna integrale
100 g olio di cocco
250 g di lamponi freschi
La buccia e il succo di 1 limone
30 g di amido di mais o di riso
1/3 di cucchiaino di vaniglia in polvere
1/3 di cucchiaino di cannella in polvere
1/3 di cucchiaino di zenzero in polvere
½ cucchiaino di bicarbonato di sodio
sale

Crumble Cake ai lamponi

Croccante fuori e tenera dentro, questa crumble cake ai lamponi è un connubio perfetto di sapori che delizieranno il tuo palato!

  • 60 minuti
  • Porzioni 6
  • Facile

Ingredienti

Procedimento

1
Fatto

Frulla grossolanamente i fiocchi di avena, versali in una terrina e aggiungi la farina di tipo 2, 50 g di zucchero di cocco, le spezie in polvere, il sale e il bicarbonato.
Mescola per uniformare gli ingredienti e unisci successivamente l'olio di cocco, amalgamando bene l'impasto, che rimarrà comunque piuttosto granulare e farinoso.

2
Fatto

Stendi 2/3 dell'impasto compattandolo con le mani sul fondo di una tortiera foderata con carta antiaderente di circa 18 cm di diametro e inforna a 170 per 10 minuti.
Nel frattempo versa in un tegame i lamponi con l'amido di mais, 40 g di zucchero di cocco, la buccia grattugiata e il succo di limone e mescola a fuoco basso per un paio di minuti in modo da scottare i lamponi e amalgamarli al resto degli ingredienti, poi togli dal fuoco.

3
Fatto

Riprendi la base della torta dal forno, farcisci con il composto di lamponi e ricopri con il terzo dell'impasto di fiocchi di avena che avevi tenuto da parte.
Inforna nuovamente per 25/30 minuti a 170 gradi.
Sforna e lascia raffreddare completamente prima di servire. Si conserva in frigorifero.

Roberta Taste and Soul

Appassionata di alimentazione e stila di vita sani, autrice del blog "Taste and Soul"

Guarda tutte le sue ricette

Roberta è appassionata da sempre di alimentazione e stile di vita sani, ma la svolta è arrivata una decina di anni fa, momento in cui ha deciso di guardare al benessere con un approccio più completo. Ha iniziato a dedicarsi allo studio ma anche alla pratica, seguendo corsi che le insegnassero ad applicare la teoria alla vita di tutti i giorni. Un percorso di formazione nel quale ha avuto il privilegio di frequentare importanti scuole come la "Joia Academy" di Pietro Leeman, la "Funny Veg Academy" di Simone Salvini, la "Plantlab Culinary" di Matthew Kenney e "La Sana Gola" di Martin Halsey. Da vegetariana a vegana a macrobiotica, fino alla consapevolezza di non avere etichette, ma semplicemente di amare una cucina sana, fatta di ingredienti di qualità, senza nuocere ad animali e ambiente. Non le servono carne, latticini o zuccheri raffinati per soddisfare il palato e per proporre piatti gustosi, ma solo la passione per la salute e il piacere di cucinare. Condivide le sue ricette sul suo sito tasteandsoul.it