Crocchette di okara e cavolfiore

Ingredienti

120 g di okara di mandorle
240 g di cavolfiore grattugiato
2 cucchiai di lievito alimentare in scaglie
70 g di farina di ceci
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
20 g di olive
sale
pepe

Crocchette di okara e cavolfiore

Caratteristiche:
  • Ricette veg economiche
  • Ricette vegan senza glutine
  • Ricette vegan senza soia

Questo è un piatto speciale, perché oltre ad essere delizioso ci consente di recuperare gli avanzi della preparazione del latte di mandorle

  • 50 minuti
  • Porzioni 2
  • Facile

Ingredienti

Procedimento

L’okara è la polpa ottenuta dal processo di preparazione del latte, di soia o di mandorle. In questa ricetta viene usata quella di mandorle.

1
Fatto

In una larga bowl miscela l’okara al cavolfiore grattugiato, aggiungi le olive denocciolate, l’olio, il lievito nutrizionale ed infine la farina di ceci. Aggiusta di sale e pepe a tuo piacimento, miscela con un cucchiaio il composto e forma delle polpette che andrai a pressare leggermente in maniera da dargli una forma schiacciata.

2
Fatto

Falle imbiondire da entrambi i lati in una padella con un filo d’olio e due rametti di rosmarino dopodiché
disponile su un foglio di carta da forno e fai cuocere per 25 minuti a 180 g modalità forno statico.

Giuseppe aprilbagaglio

Appassionato di sport e cucina vegetale

Guarda tutte le sue ricette

Da sempre attratto ed affascinato dal cibo, sono nato in Sicilia e cresciuto tra i suoi profumi, colori e sapori. Ho intrapreso gli studi Alberghieri, ma la vita mi ha fatto cambiare direzione, portandomi a svolgere tutt’altra professione, senza mai perdere di vista quella che è stata da sempre la grande passione per il cibo. Ho sempre considerato il cibo qualcosa che vada oltre il mero bisogno fisiologico, ed è sempre stato ben chiaro in me il fatto che ciò che mangio, oltre che appagare i sensi, abbia fortissime ripercussioni sul mio stato di salute e sull’ambiente. Sei anni fa, senza grosse premeditazioni, la ricerca di alimentarmi in maniera sempre più funzionale possibile alle mie esigenze sportive, mi ha portato a escludere tutta una serie di alimenti, e si può dire che senza accorgermene...sono passato ad un’alimentazione completamente plantbased! Da lì mi si è spalancato un mondo! Ho scoperto anche il lato etico di questo tipo di stile alimentare, che oggi insieme a quello salutistico, ne fa un caposaldo della mia scelta. La mia vuole essere la testimonianza che una dieta vegana ben bilanciata, associata ad un sano stile di vita, non solo è possibile, ma è anche migliore sotto tantissimi aspetti. La ritengo anche avanguardista, dal momento in cui si sviluppa sempre più la coscienza sulla necessità di un cambiamento, che noi comunità vegan abbiamo già messo in atto.