Vermicelli al pesto di asparagi e mandorle

Ingredienti

1 mazzo di asparagi
olio extravergine di oliva
1/2 scorza di limone
1/2 spicchio di aglio
50 gr di mandorle pelate
1 mazzetto di erba cipollina
pepe bianco

Vermicelli al pesto di asparagi e mandorle

Caratteristiche:
  • Ricette vegan senza soia

Gli asparagi in tavola fanno subito primavera!

  • 25 min
  • Porzioni 4
  • Facile

Ingredienti

Procedimento

1
Fatto

Tostare leggermente le mandorle per una decina di minuti a 120°.

2
Fatto

Mescolare 3 cucchiai d'olio alla buccia grattugiata di limone, intiepidirlo per far sprigionare gli aromi e lasciarlo raffreddare

3
Fatto

Nel frattempo pulire gli asparagi: la parte di scarto si individua facilmente spezzandoli a metà. Sbollentarli per pochi minuti in acqua leggermente salata, mantenendoli molto croccanti (servono 2, 3 minuti a seconda delle dimensioni degli asparagi). Tagliare le punte e tenerle da parte.

4
Fatto

Riunire in un mixer i gambi degli asparagi con le mandorle, l'aglio privato dell'anima, l'erba cipollina e tritare bene il tutto; sempre con le lame in movimento, aggiungere l'olio al limone. Aggiungere altro olio sufficiente per ottenere una consistenza abbastanza fluida. Insaporire con pepe appena macinato e sale.

5
Fatto

Condire la pasta con le punte di asparagi tenute da parte e il pesto, allungandolo se necessario con qualche cucchiaio dell'acqua di cottura della pasta.

Alice Martini

Foodblogger del sito KitchenBloodyKitchen

Guarda tutte le sue ricette

Mi chiamo Alice e vivo in una casa piena di luce sopra i tetti di Verona. Condivido la vita con Agrimonia, una vecchia signora assai brontolona che di tanto in tanto mi ricompensa con un po' di fusa. Quassù cucino, fotografo, ascolto musica heavy e riempio gli scaffali di libri di cucina che non ho il tempo di leggere. Sono pigra, iperattiva, catalogatrice compulsiva e preda della confusione a fasi alterne, coltivo angoli di caos che non permetterei a nessuno di vedere. Parlo troppo o troppo poco ma comunque troppo forte, ho seri problemi con i colori e una vera e propria fobia per gli abbinamenti; forse è anche per questo che vesto sempre di nero. Odio le bevande fermentate, adoro i whisky torbati, non faccio follie né per i dolci né per il cioccolato ma amo la pizza, anche quella scrausa - e #lominodellepizze, sempre sia lodato -.